SPECIMEN

Biglietto sul quale le banche raccolgono le firme delle persone autorizzate a emettere assegni o a effettuare altre operazioni di prelevamento. Lo specimen di firma (dettoanche cartoncino delle firme), consente all’istituto di credito di comparare la firma depositatacon quella apposta sull’assegno (o, in genere, sul documento) e di verificarne, così, l’autenticità. In caso di presentazione di un ordine dipagamento falsificato, la banca è responsabile del pagamento indebitamente effettuato qualora la falsificazione potesse essere rilevata con l’uso dell’ordinaria diligenza, senza dover ricorrere a specifiche cognizioni tecniche o a particolari attrezzature. Maggiori difficoltà interpretative si presentano nell’ipotesi in cui la firma apposta sull’assegno risponda ai requisiti indicati dall’art. 11, r.d. 21.12.1933 n. 1736 (l.ass.), pur essendo differente da quella depositata. È dubbio, infatti, se sussista un obbligo del cliente di sottoscrivere gli assegni in modo conforme allo specimen, con la conseguenza di ritenere legittimo il comportamento della banca che, sulla base della semplice difformità, rifiuti di onorare l’assegno, oppure se, data la rispondenza ai requisiti minimi previsti dall’articolo citato, la banca sia tenuta a veri-ficarne altrimenti l’autenticità. Una ulteriore funzione dello specimen è quella di permettere alla banca, con il deposito della firma delle persone autorizzate a effettuare operazioni in nome altrui, di appurare la sussistenza dei poteri rappresentativi in chi sottoscrive il documento,senza dover richiedere, di volta in volta, l’esibizione della procura. Ogni variazione dei nominativi delle persone autorizzate deve infatti essere comunicata alla banca in base a modalità prefissate nella convenzione di specimen, la cui inosservanza esonera la banca da ogni responsabilità.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×