SEQUESTRO

Vincolo afferente ad una cosa che è affidata ad una persona perché la tenga a disposizione dell’autorità giudiziaria o del legittimo proprietario o possessore, ovvero a garanzia del soddisfacimento di un’obbligazione. È un tipico provvedimento cautelare, caratterizzato dall’ablazione della disponibilità di un bene dalla sfera di un soggetto mediante affidamento dello stesso ad un sequestratario (che può essere anche lo stesso soggetto titolare del bene). Può essere giudiziario, e convenzionale. Quest’ultimo è disposto in base ad un accordofra le parti; il sequestro giudiziario è diretto a sottrarre alla libera disponibilità di chi li possiede beni mobili o immobili, aziende o altre universalità di beni per il tempo necessario a dirimere una controversia circa la proprietà o il possesso dei medesimi, ove sia opportuno provvedere alla loro custodia e gestione temporanea. Può essere altresì autorizzato il sequestro giudiziario di libri, registri, documenti, modelli, campioni e di ogni altra cosa da cui si pretende desumere elementi di prova, quando sia controverso il diritto all’esibizione o allacomunicazione e sia opportuno provvedere alla loro custodia temporanea. Il sequestro conservativo è concesso dal giudice al creditore quando questi abbia fondato timore di perdere le garanzie del proprio credito. Oggetto ne sono beni o immobili del debitore, somme o cose a lui dovute, nei limiti entro i quali è ammesso il pignoramento. Il procedimento di sequestro si articola in due fasi: di autorizzazione e di convalida. Essendo autorizzato dal giudice competente con procedimento sommario, il provvedimento di sequestro deve essere successivamenteconvalidato con la sentenza che decide il merito della causa ovvero con una decisione separata. L’esecuzione del sequestro giudiziario è disciplinata, salvo alcune modifiche, dalle stesse norme dettate per l’esecuzione per consegna o rilascio; il sequestro conservativosui mobili e sui crediti si esegue, invece, secondo le norme stabilite per il pignoramento presso il debitore o presso terzi. Se si tratta di immobili, si esegue con la trascrizione del provvedimento presso l’ufficio del conservatore dei registri immobiliari del luogo in cui ibeni sono situati. Il sequestro convenzionale è un contratto mediante il quale due o più persone affidano ad un terzo una cosa o una pluralità di cose rispetto alle quali sia nata tra esse controversia, perché le custodisca e le restituisca a quella a cui spetterà quando la controversia sarà definita. Nell’ambito del processo penale il sequestro mira ad assicurare alla giustizia le cose pertinenti al reato, vincolandone la disponibilità, ed ha la funzione sussidiaria di garantire il pagamento delle spese o delle pene pecuniarie ed il risarcimento del danno alla persona offesa dal reato. Le cose sequestrate sono date in custodia al cancelliere e si assicurano con ilsigillo dell’ufficio istruzione, ovvero sono date in custodia ad altri nelle forme di esecuzione del sequestro civile. Contro il sequestro penale può fare opposizione il terzo che si senta leso dal provvedimento; si instaura un incidente di esecuzione sul quale il giudice provvede con ordinanza non impugnabile.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×