CONVENZIONE ATA

Convenzione internazionale stipulata nel 1961 per facilitare le importazioni e le esportazioni temporanee (Admission Temporaire -Temporary Admission, da cui la sigla) tra i paesi aderenti. L’accordo prevede una semplificazione degli adempimenti doganali ed esclude il pagamento dei diritti di confine nel caso di merci che sono inviate all’estero per uno scopo e un periodo determinati. Rientrano nel regime previsto dall’accordo le merci destinate a competizioni sportive o a fiere, mostre ed esposizioni internazionali e il materiale che deve essere utilizzato per determinate attività (materiale pubblicitario, cinematografico, televisivo ecc.). In Italia l’accordo è entrato in vigore a partire dal 1964. L’Unione delle camere di commercio rilascia, su richiesta degli interessati, il c.d. “carnet ATA” e si assume nei confronti del Ministero delle finanze la responsabilità circa la regolare esecuzione dell’operazione. Il “carnet ATA” può essere utilizzato sia per spedire le merci da una dogana all’altra sia per i transiti, adoperando gli appositi fogli di transito in esso contenuti. In tal modo i documenti di dogana nazionali vengono surrogati da un documento internazionale che consente di facilitare il movimento delle merci, semplificare le formalità e ridurre gli oneri.

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×