COMPTE D'ÉPARGNE EN ACTIONS

Particolare tipologia di conto di risparmio creata in Francia per un periodo quinquennale, dall’inizio del 1983 alla fine del 1987, destinata a promuovere l’investimento in titoli francesi e ad attrarre un nuovo tipo di risparmio, stabile e di lunga durata. E stata sostituita, dal 1988, dai plans d’épargne retraite, pur se con finalità in parte diverse. L’apertura di un CEA poteva essere effettuata presso banche, casse di risparmio e agenti di cambio, ed offriva una serie di vantaggi fiscali solo quando l’acquisto di valori mobiliari concerneva azioni francesi o titoli assimilati, quote di SICAV o di un fonds commun de placement à vocation générale. La riduzione d’imposta era proporzionale al risparmio investito e forfettariamente pari al 25% dell’investimento nei limiti di 7.000 franchi pro capite. Per l’ammissione al regime fiscale agevolato era richiesto il rispetto di tre condizioni: la costituzione di un deposito presso uno degli intermediari abilitati; il risparmio investito doveva essere “nuovo”, cioè non essere rappresentato da azioni francesi provenienti da un altro portafoglio; il risparmio investito doveva essere stabile (mantenimento di un capitale investito di importo costante o crescente per la durata di 5 anni).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×