ANNACQUAMENTO DEL CAPITALE

Valutazione del capitale netto aziendale superiore al valore che gli compete secondo una razionale determinazione dei cespiti attivi e passivi del patrimonio dell’azienda. In altri termini si ha l’annacquamento del capitale per effetto di una sopravvalutazione delle attività o di una sottovalutazione delle passività. È proprio per evitare l’annacquamento e, quindi, per non indurre i terzi, soprattutto i creditori, ad accordare ad un’impresa più fiducia di quanto non meriti, stante la sua reale consistenza patrimoniale, che il legislatore ha dettato criteri di valutazione da seguire in sede di redazione del bilancio di esercizio (art. 2426 c.c.).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×