PRODUTTIVITÀ DEL LAVORO

Indice, a livello macroeconomico, della quantità di prodotto Q, generalmente misurato dal prodotto interno lordo (PIL; v. contabilità nazionale) e per unità del fattore lavoro L, cioè del numero degli occupati. I cambiamenti della produttività del lavoro sono dovuti a diverse cause, tra cui principalmente i miglioramenti (o i peggioramenti) del livello di istruzione, di educazione civile e mentalità, di addestramento, dell’ambiente di lavoro, della motivazione e delle relazioni industriali. L’indice di produttività del lavoro è in genere abbastanza affidabile nel periodo medio-breve, più dell’altro indice correntemente utilizzato della produttività totale dei fattori (TFP) ed è preferibile a questo quando ci sono dubbi sull’andamento del processo di crescita e quando i dati sullo stock di capitale sono inaffidabili.