METODO DEL VALORE ATTUALE NETTO

Il metodo del valore attuale netto (VAN), detto anche del risultato economico attualizzato (REA) e, in inglese, del net present value (NPV), è il criterio di valutazione basato sulla differenza tra valore attuale di tutte le previsioni di flussi positivi e quello di tutte le previsioni di flussi negativi, ossia sul valore attuale del cash flow netto (donde la denominazione) originato dal progetto. Valore attuale lordo, VAL in sigla (gross present value, GPV) indica, invece, il valore attuale di tutti i flussi (compresi quelli per spese di rinnovamento che dessero un flusso negativo dopo una successione di flussi positivi), esclusi i flussi negativi iniziali, relativi all’investimento di partenza del progetto. Dal momento che il metodo è integrato da una serie di varianti, che impiegano varie componenti del cash flow netto, sempre attualizzate, nella letteratura anglosassone, specie statunitense, si parla di discounted cash flow (DCF) methodology o discounted cash flow techniques, che meglio esprimono la complessità concettuale del procedimento. Valore attuale di una somma è il valore che le si attribuisce a una data anteriore a quella in cui essa si renderà liquida e disponibile. Formule di matematica finanziaria consentono il calcolo del valore attuale in modo scientifico e uniforme mediante operazioni di sconto, semplice o composto. Nella valutazione degli investimenti è usualmente sempre applicato l procedimento dello sconto composto. La preparazione del calcolo del valore attuale netto consiste: a) nel tabulare ogni elemento di flusso in successione per data di realizzazione; b) nel calcolare per ognuno il valore attuale con l’espressione F/(1+r) n, dove F è il flusso, r il tasso di sconto (v analisi costi-benefici; analisi costi-efficacia), n il tempo decorso dall’inizio del progetto, (1+r) n al denominatore il fattore di sconto; c) nel sommare algebricamente tutti i valori attuali così ottenuti: la somma (che può essere di segno negativo, nulla o di segno positivo) costituisce il valore attuale netto. Tra più progetti viene prescelto quello con il valore attuale netto più elevato. Via via che i progetti comportano investimenti significativamente più diversi tra loro, l’evidenza della comparazione immediata con questo metodo si oscura e si ricorre, allora, al confronto dei rendimenti delle risorse investite con rapporti caratteristici (v. net present value ratio).