CONTRATTO DERIVATO FINANZIARIO INTERNO

Sono contratti derivati (p.e. interest rate swap) conclusi tra diverse unità operative di una stessa banca, per riallocare i rischi e i rendimenti di determinate operazioni in portafogli diversi. Le relative operazioni possono svolgersi tra differenti unità operanti in Italia (ad p.e. nella direzione generale tra il gestore del portafoglio immobilizzato e quello del portafoglio di negoziazione), tra la casa madre e le proprie filiali estere o tra queste ultime. V. anche: strumenti finanziari derivati.