COMITATO DEI GOVERNATORI

Organismo assembleare che riuniva i governatori delle Banche centrali dei paesi membri della Comunità, istituito dal consiglio delle Comunità europee (decisione 64/300/CEE dell’8.5.1964) per sviluppare la collaborazione fra banche centrali degli Stati membri. La denominazione ufficiale era “Comitato dei governatori delle Banche centrali degli Stati membri della Comunità Economica Europea” (fr. Comité des gouverneurs des banques centrales des États membres de la Communauté économique européenne; ingl. Committee of the Governors of the Central Banks of the Member States of the European Economic Community). Alle sessioni del Comitato era invitata, in linea di massima, a farsi rappresentare da uno dei suoi membri la Commissione. Altre persone qualificate potevano essere invitate dal Comitato, se questi lo riteneva necessari. Il Comitato dei governatori aveva il compito di: a) procedere a consultazioni in merito ai principi generali e alle grandi linee della politica delle Banche Centrali, principalmente in materia di credito, di mercato monetario e di mercato dei cambi; b) procedere regolarmente a scambi di informazioni in merito alle misure principali che rientrano nella competenza delle Banche centrali. Il Comitato riuniva a intervalli regolari e ogni qualvolta la situazione lo rendeva necessario o la Commissione europea ne richiedeva una riunione d’urgenza. Il Comitato ha patrocinato la costituzione del Comitato di Basilea per la regolamentazione bancaria e le pratiche di vigilanza (anche noto come Comitato Cooke, dal nome del suo presidente), istituito nel 1974 sotto l’egida della BRI dai governatori delle banche centrali di Belgio, Canada, Francia, Germania Ovest, Italia, Giappone, Lussemburgo, Olanda, Svezia, Regno Unito, Stati Uniti e Svizzera. Con l’avvio della seconda fase dell’UEM, l’IME (costituito il 1°.1.1994) ha sostituito nell’espletamento dei suoi tradizionali compiti il Comitato dei governatori, che ha così tenuto la sua ultima riunione nel dicembre 1993. In realtà è più corretto affermare che il Comitato dei governatori si sia trasformato in blocco nel Consiglio, organo direttivo dell’IME. Con l’avvio della terza fase dell’UE e la cessazione dell’IME i compiti del Consiglio di quest’ultimo sono confluite, sdoppiandosi, nei due organi della BCE, il Consiglio direttivo per quanto riguarda le questioni operative e il Consiglio generale, quanto ai compiti consultivi (v. BCE).