CLEARING

Lett.: compensazione. Operazione con cui le banche e gli operatori si scambiano titoli di credito (assegni, cambiali) tratti su ciascuna di loro e pagati da una qualsiasi delle altre, regolando il saldo dei flussi mediante l’accredito o l’addebito, secondo il caso, di un conto corrente che esse intrattengono presso una banca maggiore o, più spesso ormai, con la banca centrale. Se gli operatori sono due, oppure più di due, il clearing è definito bilaterale e, rispettivamente, multilaterale (v. sistemi di regolamento; sistemi di compensazione; stanza di compensazione).