CARTA DI PAGAMENTO

Espressione collettiva che raccoglie una delle specie di strumenti di pagamento al dettaglio per transazioni ravvicinate (altre specie sono il contante e l’assegno). Altri strumenti di pagamento sono quelli a distanza (bonifici) e quelli ricorrenti (procedure RIA e RID), per i quali è possibile l’addebito diretto senza alcun intervento del titolare del conto (p.e., nel caso della domiciliazione delle bollette). Le carte di pagamento si dividono nelle tre categorie di carte di credito, carte di debito, carte prepagate. Da queste va separandosi una quarta categoria degli strumenti di pagamento per l’e-commerce. L’emissione e la gestione di carte di pagamento in Italia è compresa nelle attività di prestazione di servizi di pagamento dall’art. 106 TUBC che le riserva alle banche e agli intermediari iscritti nell’elenco generale tenuto dall’UIC. L’esercizio dell’emissione e della gestione di carte di credito è però subordinata (d.m. 13.5.1996) all’ottenimento dell’iscrizione nell’elenco speciale dell’art.107 TUBC tenuto dallaBanca d’Italia (l’iscrizione non è richiesta per le fidelity cards).