BUONI DEL TESORO POLIENNALI - BTP

Titoli di debito a medio-lungo termine del Tesoro con diverse durate (a 2, 3, 5, 7, 10 e fino a 30 anni) e cedola semestrale posticipata. Gli interessi sono predeterminati in misura fissa. Vengono rimborsati in un’unica soluzione alla scadenza fissata all’atto della loro emissione e il loro taglio minimo è di 1.000 euro dal 1.1.1999. Dal novembre 1988 il collocamento avviene con il sistema dell’asta marginale riferita al prezzo meno elevato tra quelli offerti dai concorrenti rimasti aggiudicatari. All’asta partecipano solo gli investitori istituzionali. Possono essere collocati alla pari (prezzo di vendita pari al valore nominale), sotto la pari (prezzo di vendita inferiore al valore nominale), o sopra la pari (prezzo di vendita superiore al valore nominale). Il giorno successivo all’asta sono ammessi alla quotazione di borsa (sul MOT), dove sono negoziati a corso secco. Prima della scadenza del titolo è permesso agli investitori istituzionali di negoziare BTP per importi inferiori a 2,5 milioni di euro, sia sul mercato secondario regolamentato italiano (MTS) sia sul mercato OTC. Agli investitori è inoltre concesso di applicare le tecniche di coupon stripping anche a tale categoria di titoli. Come tutte le altre categorie di titoli di stato i BPT sono soggetti a una ritenuta del 12,50%.
© 2011 ASSONEB