DOT COM

Anche dot.com, dot-com, dotcom. Ogni sito Web destinato all’e-business (usato però, raramente, anche nel senso esteso, improprio, di qualsiasi sito Web). L’espressione, nata negli Stati Uniti sul finire degli Anni Novanta, deriva dal suffisso .com con cui termina l’indirizzo dei siti commerciali e indica anche lepure click company, dedicate a vendere beni e servizi utilizzando esclusivamente Internet per sfruttare le opportunità e la forza di penetrazione della rete e del WWW e costituite in società giuridicamente autonome. Con la crisi che ha investito le quotazioni dei titoli delle nuove società operanti su Internet, dot com è stato associato all’insieme delle molte iniziative commerciali sul Web che sono fallite o che hanno subito forti riduzioni di attività (più precisamente, negli Stati Uniti sono state denominate dot-compost, lett.: dot-spazzatura, le dot-com dopo il loro fallimento). Sin.: pure click company.