DOPOBORSA

  • Stampa

Nel linguaggio di borsa indicava il periodo di contrattazione non ufficiale successivo al termine della riunione durante il quale venivano trattate azioni di largo mercato anche parecchie ore dopo la formazione del prezzo di chiusura. Queste negoziazioni procedevano in via ufficiosa tra banche, agenti di cambio e privati investitori, di regola per telefono, nel corso del pomeriggio, dando luogo a prezzi meramente informativi (non ufficiali, anche se segnalati dalla stampa quotidiana) e costituivano un’indicazione per il giorno successivo. Per estensione indicava anche un ordine che deve essere eseguito dopo la chiusura della riunione. Dal 15.5.2001 le negoziazioni del dopoborsa sono state regolamentate nel TAH (mercato after hours) organizzato e gestito da Borsa Italiana spa.