DOLLARO CANADESE

Codice ISO: CAD. Il dollaro canadese nacque ufficialmente il 4 maggio del 1910, ma biglietti di banca denominati dollari erano in circolazione fin dal 1870. La nuova unità monetaria fu definita in regime di gold standard con una parità di 1,504656 grammi di fino e quindi corrispondente a quella del dollaro Usa. Prima del XX secolo il Canada aveva conosciuto regimi monetari diversi e per primo quello francese, che portò le prime vere monete, che furono scambiate con le note wampum, o conchiglie, che fungevano da monete rudimentali per gli scambi tra le tribù indigene. I pionieri portarono le loro monete dalla madrepatria e pertanto circolarono dapprima i conî francesi e in particolare la lira coloniale. Nel 1665 un decreto del Consiglio di Stato autorizzò la Compagnia delle Indie occidentali a emettere moneta metallica. Negli ultimi decenni del XVII secolo la scarsità di moneta proveniente dalla Francia costrinse i coloni e i militari a servirsi delle carte da gioco come carta moneta. Inevitabilmente questa specie di carta moneta si inflazionò e una stima ne fa ascendere il valore delle emissioni a 1.600.000 lire tornesi nell’anno 1714. In seguito furono emessi diversi tipi di carta moneta, il cui valore tese a discostarsi da quello che le stesse monete avevano in Francia. Nel 1766 in seguito alla vittoria degli inglesi di due anni prima fu introdotto in Canada il sistema monetario britannico, articolato sulla sterlina da 20 scellini o da 240 pence. Nel 1853 con un apposito Atto delle Province del Canada fu deciso il passaggio alla circolazione monetaria su base decimale. La moneta legale divenne quella d’oro e il Canada entrò in regime digold standard. Nel 1870 fece la prima apparizione la carta moneta denominata in dollari canadesi. Ma soltanto nel 1910, come già detto, ci fu la definizione della nuova unità monetaria nazionale. Allo scoppio della prima guerra mondiale il gold standard fu sospeso. Fu ripristinato nel 1926 e le monete statunitensi e britanniche ebbero corso legale. La crisi degli anni Trenta colpì anche il Canada, la cui moneta si deprezzò. Nel 1935 La Banca centrale del Canada divenne la sola autorità emittente e previa rivalutazione delle riserve auree al nuovo prezzo del dollaro Usa di 35 dollari per oncia fino, contro 26,67 dollari del vecchio prezzo, oltre che la svalutazione del dollaro canadese nella stessa misura (40,94 per cento) della valuta statunitense, la cui parità fu abbassata gradualmente da Roosevelt a 0,8886706 grammi di fino, fu ripristinata la parità tra il dollaro canadese e quello Usa. Allo scoppio della seconda guerra mondiale nel settembre del 1939 il dollaro canadese risultava indebolito rispetto al dollaro Usa. La parità fu ripristinata nel 1946, ma nel settembre del 1949 in seguito alla svalutazione della lira sterlina, la parità del dollaro canadese fu abbassata a 0,807833 grammi e quindi si pose il cambio di 1,10 dollari canadesi per dollaro Usa. Negli anni successivi la moneta canadese fluttuò liberamente fino al 1962, anno in cui il Canada ritornò ai cambi fissi con una parità di 0,822021 grammi e quindi con un cambio di 1,081 dollari canadesi per dollaro Usa. La fluttuazione aveva fatto migliorare la parità del 1949. Con la fine del sistema dei cambi fissi in seguito al crisi del dollaro Usa, il dollaro canadese ha fluttuato liberamente e si è progressivamente indebolito rispetto alla valuta statunitense e da un cambio libero sopra la pari è sceso via via di un buon terzo sotto la pari.