DIRITTO DI SCONTO

  • Stampa

Facoltà attribuita al compratore di titoli a termine di chiederne al venditore, nelle dovute forme, la consegna prima della scadenza del termine fissato nel contratto, contro pagamento del prezzo stabilito. La denominazione “di sconto” deriva dal fatto che il compratore, avvalendosi di tale diritto, sconta il suo venditore, nel senso che lo obbliga all’esecuzione anticipata del contratto. L’istituzione del diritto di sconto ha lo scopo di frenare la speculazione al ribasso; infatti la facoltà di esigere la pronta consegna dei titoli venduti allo scoperto, costringe il venditore a riacquistare subito i titoli venduti, ponendo un argine alle ulteriori vendite.