DIRETTIVE EUROPEE SULLE ASSICURAZIONI

Direttive per la costruzione del mercato unico delle assicurazioni (v. mercato unico dei servizi finanziari) inteso come spazio senza frontiere interne in cui le imprese di assicurazione possano esercitare liberamente le loro attività. I provvedimenti europei appaiono avere due obiettivi: consentire a tutti i cittadini della UE l’accesso alla più vasta gamma di prodotti di assicurazione offerti, fornendo loro la dovuta tutela giuridica e finanziaria; garantire che ogni impresa di assicurazione riconosciuta in uno qualsiasi degli Stati membri l’esercizio dell’attività in tutta l'Unione, dal punto di vista del diritto di stabilimento e dal punto di vista della libera prestazione di servizi.

La normativa UE aggiornata di riferimento nel settore è pubblicata da IVASS (qui).

La storia della disciplina distingue tra assicurazioni sulla vita e altre assicurazioni.

1. Assicurazioni sulla vita. Nel 1979 il Consiglio ha adottato la direttiva 79/267/CEE del 5.31979, nota come “Prima direttiva” di coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative riguardanti l’accesso all’attività dell’assicurazione diretta sulla vita ed il suo esercizio, cui hanno fatto seguito le direttive 90/619/CEE (seconda direttiva) e 92/49/CEE (terza direttiva). La seconda direttiva prevede un duplice regime per la libera prestazione di servizi secondo o il principio dell’home country control (per i titolari di polizze che non necessitano di una protezione specifica derivante dall’applicazione delle norme del loro Stato di residenza), o il principio del risk country control (per altri assicurati che hanno invece bisogno di questa particolare tutela; si fonda sull’applicazione delle norme e del controllo dello Stato membro in cui viene fornita la prestazione). La terza direttiva è diretta a costituire il mercato unico in base ai principi di riconoscimento amministrativo unico e di controllo delle attività delle imprese di assicurazione tramite le autorità dello Stato membro in cui si trova la sede sociale dell’assicuratore.

2. Assicurazione diversa dall’assicurazione sulla vita. Anche per questi rami sono state emanate tre direttive: la prima direttiva 73/239/CEE del 24.7.1973 ha provveduto al coordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative in materia di accesso e di esercizio dell’assicurazione diretta diversa dell’assicurazione sulla vita; la seconda direttiva 88/357/CEE disciplina l’esercizio della libera prestazione di servizi dell’assicurazione diversa dall’assicurazione sulla vita; la terza direttiva 92/49/CEE del 18.6.1992, modifica le precedenti e coordina le norme nazionali in materia di investimento, diversificazione e localizzazione delle attività rappresentative delle riserve tecniche; essa disciplina inoltre il diritto applicabile ai controlli di assicurazione, le condizioni di assicurazione e il controllo materiale delle polizze e dei documenti contrattuali, come pure l’accesso all’attività di assicurazione, il suo esercizio e il suo controllo, conformemente al principio di home country control.

3. Settori specifici. Provvedimenti particolari sono state emanate per l’assicurazione obbligatoria responsabilità civile automobilistica, l’assicurazione tutela giuridica, l’assicurazioni credito e cauzione, i conti annuali e conti consolidati delle imprese di assicurazione. La direttiva 2001/17/CE del 19.3.2001 disciplina il risanamento e la liquidazione delle imprese di assicurazione.