DEPOSITO FRANCO

Magazzino recintato e vigilato anche ai varchi verso il mare, sottoposto a vigilanza doganale. La merce roveniente dall’estero vi è introdotta senza essere sottoposta a verifica doganale e al pagamento di tributi, mentre le merci nazionali introdotte figurano come uscite definitivamente dal territorio nazionale. I depositi franchi sono locali assimilabili ai magazzini generali, male merci depositate sono temporaneamente esonerate dal pagamento dei tributi doganali. Essi hanno lo scopo di agevolare le operazioni di transito delle merci consentendone il deposito in regime di extraterritorialità e sono sottoposti al controllo delle Camere di commercio. Possono essere introdotte merci di ogni specie e di qualsiasi origine, salvo divieti delle Finanze. Le merci introdotte possono formare oggetto di manipolazioni non soggette a preventiva autorizzazione della dogana, a cui è necessario darne informazione. La commercializzazione delle merci giacenti in tali depositi è però soggetta alle disposizioni previste per i magazzini generali.