DENARO CONTRO DENARO

Espressione che indica nelle negoziazioni di cambi un’operazione a pronti di valuta estera nella quale il trasferimento della valuta nazionale (cioè il pagamento del prezzo) è immediato. In pratica l’operazione consiste in uno scambio contrattuale di carta moneta o di monete metalliche. In banca si ha un’operazione di denaro contro denaro quando viene aperto un credito garantito interamente da una equivalente somma di denaro (p.e. da un deposito in un libretto al portatore emesso dalla stessa banca). Il tasso debitore che la banca fa pagare in tali casi si identifica nello scarto corrente tra tassi attivi e passivi.