COSTI BANCARI

  • Stampa

Oneri concernenti la gestione delle banche. Essi si distinguono in costi di diretta imputazione e costi generali; i primi sono quelli specificamente imputabili a singole operazioni, mentre i secondi sono riferibili alla gestione nel suo complesso (un tipico esempio in tal senso è dato dalle spese generali). É anche possibile utilizzare un criterio di classificazione in base al quale si distingue tra costi operativi, relativi ai costi del personale e di struttura, e costi finanziari, che rappresentano il corrispettivo delle operazioni di raccolta delle banche. Nella pratica da un lato sono state sviluppate svariate metodologie di analisi e di imputazione dei costi relativi alle operazioni ed ai servizi bancari, che in parte hanno ricalcato le tecniche di analisi dei costi utilizzate nell’ambito delle imprese industriali e che risultano finalizzate al controllo delle componenti di costo ed alla definizione del corretto livello di prezzo da applicare alla clientela; dall’altro sono stati effettuati studi volti alla verifica dell’esistenza di economie di scala e di economie di scope, Entrambi i filoni di indagine incontrano difficoltà anche a causa della natura complessa dei singoli prodotti delle banche e, quindi, dell’esistenza di costi congiunti che non sono facilmente imputabili a singoli prodotti e servizi.