CAMBI FISSI

Accordo sottoscritto dalle autorità monetarie di diversi paesi contenente l’impegno di ciascuna di queste a intervenire sui mercati valutari per assicurare il mantenimento dell’insieme dei rapporti di cambio concordati. Al pari di quella dei cambi flessibili, i cambi fissi rappresentano un modello di politica pura del cambio. Le scelte concretamente adottate dalle autorità monetarie nazionali esprimono più di sovente una qualche combinazione delle due.