BANCA POPOLARE DI VICENZA

Acr.: BPVi.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) ha disposto, su proposta della Banca d'Italia, con Decreto n. 185 del 25 giugno 2017, la sottoposizione di Banca Popolare di Vicenza S.p.A. a LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA, ai sensi dell'articolo 80, comma 1, del Testo Unico delle Leggi in materia Bancaria e Creditizia – TUBC e dell'art. 2 comma 1, lettera a), del Decreto Legge n. 99 del 25 giugno 2017 (convertito nella Legge 121/2017). I suoi attivi sono stati ceduti a GRUPPO INTESA SANPAOLO.

LA STORIA DELLA BANCA

Costituita nel 1866, tra le primissime banche popolari in Italia in ordine di data. Fortemente radicata nell’originaria provincia di nascita, la Banca ha preso a estendersi a partire dagli anni Ottanta con l’apertura di sportelli e l’acquisizione di piccole banche popolari nell’intero Nord-Est. Sono state acquisite e incorporate: la Banca popolare agricola di Lonigo nel 1985, la Banca popolare di Thiene nel 1988, la Banca popolare di Sette Comuni-Asiago nel 1991 e la Banca popolare di Venezia nel 1994. Successivamente sono state acquisite le partecipazioni di controllo in altre banche, alcune incorporate: Banca popolare di Castelfranco Veneto, Banca popolare di Treviso e Banca popolare di Trieste nel 1996, Banca popolare della provincia di Belluno nel 1997, Banca popolare C. Piva di Valdobbiadene e Banca popolare udinese nel 1998. Nel settembre 1998 la Banca popolare di Vicenza è entrata a far parte, insieme al Banco Bilbao Vizcaya Argentaria S. A. (BBVA) e alle Assicurazioni Generali, del nucleo di azionisti di riferimento di BNL, acquisendone circa l’8%, per metà circa venduta nel 2001. Dal 2000 la Banca ha avviato un processo di espansione fuori del Veneto. È stata costituita a Milano Banca idea, banca multicanale che offre servizi bancari, finanziari e assicurativi tramite contact center, Internet, promotori finanziari e filiali. Nello stesso anno è stato realizzato il Progetto Centro-Sud con la costituzione a Palermo di Banca nuova, che opera per ora nell’isola, in Calabria e nel Lazio con una trentina di sportelli e che ha acquisito il controllo della Banca del popolo di Trapani (costituita nel 1883) con un’altra quarantina di sportelli. Banca nuova opera con gli strumenti tradizionali dello sportello, con quelli della consulenza porta a porta e con Internet. Infine, agli inizi del 2001 sono stati acquistati nel Nord-Ovest sportelli dal Gruppo Banca Intesa che ha esteso la rete territoriale della banca a Genova, Pavia, Parma, Piacenza, Asti e Imperia. La rete estera è costituita da BPV finance international Ltd di Dublino e sono state prese partecipazioni di minoranza in banche in Slovenia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Ungheria e Croatia, è stato aperto un ufficio di rappresentanza a Hong Kong ed è stata costituita BPV Suisse, filiale di diritto svizzero che opera nel private banking e, in specie, nella gestione dei patrimoni mobiliari, nella consulenza finanziaria e non. A fine 2002, è entrata a far parte del Gruppo BPVi la Cassa di Risparmio di Prato. La Banca popolare di Vicenza si poneva al diciannovesimo posto nella graduatoria Mediobanca 2003 per raccolta dei gruppi bancari italiani. Nel 2005 è costituita Prestinuova S.p.A., società con sede a Palermo, che offre finanziamenti garantiti dal quinto dello stipendio. Nel 2007, 61 sportelli nelle province di Brescia e Bergamo sono stati acquisiti dal Gruppo UBI Banca con l’obiettivo di rafforzare la propria presenza in Lombardia. Nello stesso anno, la Banca ha acquisito una partecipazione del 38,88% in Farbanca, istituto bolognese specializzato nell’offerta di servizi bancari al mondo della farmacia, ed ha stipulato una partnership strategica con il Gruppo Cattolica Assicurazioni per la distribuzione dei prodotti assicurativi attraverso la rete commerciale della Banca Popolare di Vicenza. Nel 2010 hanno avuto luogo due importanti aperture di sedi di rappresentanza: una a Milano, in via Turati 12, ove sono locati anche gli uffici della Finanza, e una a Roma, in Piazza Venezia.  Nel 2011 invece sono stati aperti uffici di rappresentanza all’estero: San Paolo in Brasile e New York si sono andati ad aggiungere a quelli già presenti a Shangai, Hong Kong e New Delhi.
Inoltre, il 2011 vede la presentazione del nuovo assetto strategico organizzativo del Gruppo con fusione per incorporazione della controllata Cassa di Risparmio di Prato e di Banca nuova nella Capogruppo Banca Popolare di Vicenza. Banca nuova è contestualmente scorporata senza le filiali del Lazio.
Il Gruppo Banca Popolare di Vicenza conta oggi oltre 680 filiali distribuite sull’intero territorio nazionale, 5600 dipendenti, un milione di clienti e circa 60.000 soci.
La presenza all’estero della Banca, oltre ai suddetti uffici di rappresentanza in Cina, India, Brasile e USA, alle partecipazioni finanziarie nell’Europa centro-orientale (Slovenia, Croazia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania, Bosnia Erzegovina, dove opera tramite gli “International desks” delle banche locali partecipate) e alle due società di diritto irlandese con base a Dublino, è garantita da accordi di cooperazione siglati con le principali banche estere, per un totale di 47 accordi in 29 Paesi, tra cui per esempio la Spagna e Taiwan.
La Banca ha sempre mantenuto un legame forte col territorio tramite progetti culturali, sociali e sportivi. Tra questi vi sono la valorizzazione del Palazzo Thiene a Vicenza e il Palazzo degli Alberti a Prato, entrambi sedi storiche di banche; la partecipazione in progetti sanitari (“Progetto Sanità”) e sportivi (sponsorizzazione della prima squadra e del settore giovanile del Vicenza Calcio, cosponsor del Rugby Rovigo, main sponsor del settore giovanile della Reggiana Pallacanestro, del Volley Femminile Vicenza, della “Maratonina di Udine”, della gara podistica StraVicenza e del “City Camp” estivo del Vicenza Calcio). Infine, la Banca sostiene la formazione e la ricerca tramite borse di studio e la collaborazione col nuovo Polo Universitario di Vicenza, nonché interventi a sostegno delle economie locali con particolare attenzione alle Piccole e Medie Imprese industriali, artigiane e commerciali.

Link: www.popolarevicenza.it