VERIFICA

  • Stampa

Accertamento della regolarità formale o sostanziale di un documento, di una situazione di fatto o di diritto. La verifica (o verificazione) può riferirsi, nell’ambito delle aziende, a controlli di carattere economico (p.e., verifiche di quantità e valori oppure dirette ad appurare l’efficienza o la redditività di una certa linea di gestione), di natura giuridica (p.e., la verifica dei poteri), di natura contabile (verifi- che che consentano di individuare errori materiali o formali nella tenuta della contabilità), di natura finanziaria, di carattere tecnico ecc. Un articolato e continuo sistema di verifiche assume notevole importanza nelle banche, data la natura fiduciaria della loro attività. Nell’ambito dei propri poteri, procedono a verifica, direttamente o tramite la guardia di finanza, gli uffici dell’amministrazione finanziaria allo scopo di accertare l’imponibile effettivo del contribuente e, quindi, la relativa imposta da questo dovuta. Sia pure nei limiti previsti dalle norme che regolano ilsegreto bancario, l’autorità finanziaria può disporre verifiche sui conti correnti e di deposito intrattenuti da un soggetto con una o più banche. La verifica può essere estesa alle operazioni connesse con i movimenti dei conti stessi.