VALORE EFFETTIVO

  • Stampa

Somma pagata all’acquisto di un titolo o riscossa al momento della sua vendita. Si determina teoricamente sul mercato come punto d’incontro della domanda e dell’offerta; nel caso di quotazione in borsa, risulterà dalle contrattazioni svolte in tale sede. In realtà, il mercato dei titoli è limitatamente concorrenziale per la presenza delle banche, che investono in titoli e tendono di conseguenza a stabilizzarne il corso. Il valore effettivo dei titoli privati dipende principalmente dalla situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell’impresa emittente; il corso dei titoli pubblici è funzione di variabili macroeconomiche quali l’ampiezza del debito pubblico, l’inflazione, la bilancia dei pagamenti, il livello del tasso di interesse nel mercato ed, infine, della situazione economica generale del paese. In contrapposizione al valore effettivo o di mercato si definisce valore nominale o facciale quello che verrà rimborsato alla scadenza delle obbligazioni o dei titoli del debito pubblico ed assimilati e la quota di capitale sociale rappresentato da un’azione.