UNITÀ DI INFORMAZIONE FINANZIARIA - UIF

L’ Unità di informazione finanziaria UIF è stata istituita presso la Banca d'Italia il 1° gennaio 2008, ai sensi del decreto legislativo n. 231 del 2007 di attuazione della Terza Direttiva antiriciclaggio. A seguito dell’emanazione del decreto l’ Ufficio Italiano Cambi (UIC), presso cui la Financial Intelligence Unit  (FIU)italiana era precedentemente collocata, è stato soppresso dunque l’attività di prevenzione e contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo internazionale è stata affidata all’UIF, che la svolge in piena autonomia e indipendenza, avvalendosi di risorse umane e tecniche, di mezzi finanziari e di beni strumentali della Banca d'Italia. La Banca d’Italia mediante regolamento ne disciplina l'organizzazione e il funzionamento. In ottemperanza alle sue funzioni, la UIF analizza le operazioni sospette segnalate dagli intermediari finanziari e da altri soggetti cui è imposto l’obbligo di segnalazione, e ogni fatto che potrebbe essere correlato a riciclaggio o finanziamento del terrorismo. L’UIF può ottenere le informazioni rilevanti ai fini della sorveglianza direttamente dagli intermediari finanziari e dagli altri soggetti. Nella sua attività non sol si avvale delle strutture della Banca d’Italia ma collabora attivamente e si avvale del contributo delle autorità di vigilanza, le FIU estere e le autorità e le forze di polizia competenti (come le sezioni speciali di polizia valutaria istituite presso la Guardia di Finanza).
© 2010 ASSONEB