STRESS TEST (ST). L'EBA VALUTA LE BANCHE EUROPEE

Abstract

Parallelamente allo svolgimento delgli Asset Quality Review (AQR) da parte della Banca Centrale Europea (BCE), verranno definiti gli scenari degli Stress Test (ST). Entrambe le analisi sono strumenti preparatori alla costruzione di un sistema bancario integrato (Unione Bancaria Europea), con regole condivise per tutti gli istituti di credito europei e la cui supervisione sarà affidata alla BCE attraverso un meccanismo di vigilanza unico.

L’Autorità Bancaria Europea (EBA) valuta la solidità del sistema bancario europeo

Gli Stress Test, verranno effettuati dall’Autorità Bancaria Europea (EBA) e avranno l’obiettivo di valutare la solidità delle banche in condizioni di crisi (vedi Tabella 1) per stimare la necessità di capitali aggiuntivi che permetterebbero all’istituto in difficoltà di sopravvivere all’eventuale crisi vera e propria. In particolare, questi test saranno condotti dalla EBA in concomitanza con le autorità di vigilanza nazionali degli Stati membri, con il Comitato europeo per il rischio sistemico (ESRB), la BCE e la Commissione Europea.

Tabella 1: Stress Test (ST)

In Europa in risposta alla crisi finanziaria già nel 2011 erano stati avviati una serie di esercizi per valutare il fabbisogno di capitale delle maggiori banche europee e, per il tramite delle autorità si supervisione nazionali, procedere a rapidi rafforzamenti patrimoniali. Quest’ultimo è un nodo cruciale, infatti se l’AQR e l’applicazione di scenari di stress faranno emergere delle insufficienze di liquidità, gli istituti bancari dovranno procedere a rafforzamenti di capitale. In particolare, la soglia minima di capitale necessaria alle banche in caso di scenario avverso per superare gli Stress Test è pari a un Common Equity Tier 1 del 5,5%, mentre lo scenario di base prevede un livello dell'8%. 

La capacità di resistenza delle banche dell'UE sarà valutata in un arco temporale di tre anni (2014-2016) ma per i risultati di questi Stress Test occorrerà attendere il mese di ottobre del 2014.

Nello specifico gli scenari di stress prevedono una serie di fattori di rischio che andranno ad influenzare gli indicatori economici e finanziari:

- Crollo dei mercati finanziari a livello globale;

- Crollo della domanda interna ed estera ai Paesi della UE;

- Svalutazione della valuta dei Paesi dell’Europa orientale;

- Crollo dei prezzi degli immobili;

- Shock sui bond (bancari, corporate e sovrani), con relativo aumento dei tassi di interesse

- Stallo sulle riforme politiche ed economiche degli Stati ed un aumento dei tassi di interesse a breve termine.

 

Bibliografia

BANCA D’ITALIA (2014) La recente analisi dei prestiti deteriorati condotta dalla Banca d’Italia: principali caratteristiche e risultati, Banca d’Italia (http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/SoleOnLine5/_Oggetti_Correlati/Documenti/Finanza%20e%20Mercati/2013/07/Nota-Provisioni.pdf?uuid=1cf49f18-f87d-11e2-b0d2-9290ada7c4f9)

EUROPEAN CENTRAL BANK (2014) Asset Quality Review Phase 2 Manual, ECB, March (http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/other/assetqualityreviewphase2manual201403en.pdf?e8cc41ce0e4ee40222cbe148574e4af7)

EUROPEAN CENTRAL BANK (2013) La BCE da inizio alla valutazione approfondita in vista dell’assunzione delle funzioni di vigilanza, Comunicato stampa BCE, 23 Ottobre (http://www.bancaditalia.it/media/comunicati_bce/com_bce/2013/pr-20131023/PR_2013-10-23-comprehensive-assessment_it.pdf)

HENRY J. – KOK C. (2013) A macro stress testing framework for assessing systemic risks in the banking sector, ECB Occasional paper series no 152 / October (http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/scpops/ecbocp152.pdf)

OTTOLINI R. – UBALDI E. (2014) Liquidity Stress Test: da utili a necessari, FinRiskAlert.it (https://www.finriskalert.it/wp-content/pdf/Newsletter-5-2014.pdf)

QUAGLIARIELLO M. (2013) Dall’analisi della qualità degli attivi allo stress test europeo, Contributi Bancaria n.9 (http://www.bancaria.it/assets/PDF/2013-09.pdf)

 

Redattore: Giovanni AVERSA