SCUDO ANTI SPREAD

A seguito dell'aumento del livello del differenziale tra rendimenti dei titoli tedeschi e di altri paesi europei, come Italia e Spagna, si è osservato un peggioramento dei saldi di bilancio di questi ultimi stati, già colpiti duramente dalla crisi economica (ANALISI ECONOMICA DELLA CRISI SUBPRIME). Per quei paesi che, in assenza di un aumento dello spread, hanno i saldi primari in linea con i nuovi trattati (si veda anche TRATTATO DI AMSTERDAM (Enciclopedia), TRATTATO DI LISBONA (Enciclopedia)) l'Eurogruppo, riunitosi il 28-29 giugno 2012, ha deliberato di concedere alla BANCA CENTRALE EUROPEA - BCE (Enciclopedia) l'acquisto dei titoli pubblici (TITOLO DI STATO O GARANTITO DALLO STATO) di questi Stati, per abbassarne il rendimenti e quindi il differenziale, in deroga allo Statuto della BCE che vieta la monetizzazione del debito. Lo scudo anti spread è quindi una deroga allo Statuto della BCE che le permette di scambiare titoli di Stati europei al fine di contenerne il rendimento per un periodo limitato.