SWIFT

Acr. di. Society for Worldwide InterbankFinancial Telecommunication. Consorzio di banche di più paesi fondato a Bruxelles il 3.3.1973, con lo scopo di razionalizzare i rapporti bancari internazionali attraverso lo scambio di informazioni di carattere finanziario. Le banche aderenti alla SWIFT possono scambiarsi messaggi attraverso un sistema di telecomunicazioni. Il collegamento fra le banche aderenti e la SWIFT è assicurato da un organo di coordinamento presente nei vari paesi, il quale cura, in sede nazionale, l’addestramento del personale ai problemi emergenti nell’uso delle telecomunicazioni. I collegamenti interbancari avvengono utilizzando tecniche operative e attrezzature sofisticate che consentono lo scambio di messaggi di ogni tipo (ordini di pagamento, girofondi, accreditamenti ecc.) in tempo reale e senza bisogno di codifica. Creata e gestita da banche, la rete è ora accessibile anche alle seguenti categorie di operatori non bancari: agenti di cambio (brokers) e operatori di borsa (dealers), istituzioni di compensazione e di deposito e istituti autorizzati allo scambio di titoli.