STATUTO DEL CONTRIBUENTE

Disciplinato con l. 27.07.2000 n. 212, lo statuto del contribuente detta i principi cardine cui dovranno informarsi, in futuro, i rapporti tra il cittadino ed il fisco. Rilevano, in particolare, l’irretroattività della normativa fiscale, l’obbligo di chiarezza e trasparenza delle disposizionitributarie, l’obbligo di informazione dei contribuenti, l’obbligo di assicurare l’effettiva conoscenza degli atti destinati al contribuente posto a carico dell’amministrazione finanziaria, la tutela della buona fede e dell’affidamento, icriteri da seguire per l’effettuazione delle verifiche tributarie. In vigore dal 1° agosto 2000 lo statuto necessitava, per la completa operatività, di decreti attuativi. In data 26.1.2001 è stato emanato il d.lg. n. 32 che apporta correzioni alle leggi tributarie vigenti al fine di renderle coerenti con i principi dello Statuto stesso. In particolare, le disposizioni attuative in oggetto mirano a garantire l’effettiva conoscenza da parte del contribuente degli atti a lui destinati e la chiarezza della pretesa fiscale in termini di motivazione e allegazione degli atti eventualmente richiamati.