SORTEGGIO DEI TITOLI

Estrazione dei titoli del debito pubblico o delle obbligazioni di società per il rimborso del prestito. In particolare, l’operazione, nel caso di ammortamento graduale di prestiti rappresentati da titoli, permette di individuare quali di essi devono essere rimborsati ad ogni scadenza. I prestiti pubblici rimborsabili per sorteggio sono quelli del debito consolidato redimibile. L’estrazione, che si effettua annualmente, dà il diritto al possessore dei titoli estratti di riscuotere integralmente il valore nominale indicato sugli stessi. Le operazioni di sorteggio delle obbligazioni devono farsi, a pena di nullità, alla presenza del rappresentante comune, regolarmente nominato dall’assemblea degli obbligazionisti o dal presidente del tribunale o, in mancanza, di un notaio, come previsto dall’art. 2420 c.c. I risultati dell’estrazione vengono pubblicati in un apposito bollettino e, comunque, portati a conoscenza degli interessati. Si può avere sorteggio di titoli anche per le azioni nel solo caso in cui un’impresa concessionaria, che ha ottenuto dalla pubblica amministrazionel’autorizzazione ad esercitare un servizio di pubblica utilità per un ampio periodo, proceda ad ammortamento finanziario del capitale sociale, per ridurre gradualmente il valore dell’attivo patrimoniale, reversibile all’ente concedente. Avviene così il rimborso in numerano delle azioni estratte alla scadenza periodica delle rate di ammortamento e per un’entità pari alla quota relativa al periodo stesso.