SMALL CAPS

Azioni di imprese con una capitalizzazione di borsa relativamente bassa, modesto grado di notorietà presso il pubblico e ridotto volume di scambi, generalmente appartenenti a società di piccole dimensioni (tr. it. di Borsa Italiana spa: azioni di società a piccola capitalizzazione; fr.: valeurs secondaires). Sono titoli caratterizzati da scarsa liquidità e si possono quindi presentare elevate differenze tra bid e ask. In Italia, nonostante il significato, si è soliti indicare con questo termine anche azioni di società a media capitalizzazione (mid caps) e operanti in settori tradizionali, incluse le azioni che concorrono a formare l’indice MIDEX e quelle incluse nel segmento STAR del MTA. Oltre che sul MTA, in Italia le small caps con attività nei settori tradizionali trovano collocazione sul Mercato ristretto (17 titoli), costituito nel 1977 (che però non ha corrisposto alle aspettative) mentre il Nuovo Mercato (45 titoli), aperto nel novembre 1999,è riservato alle high growth companies. Anche per quest’ultimo la caratteristica della piccola capitalizzazione sta scomparendo. A partire dal 2.4.2001, infine, è diventato operativo un nuovo segmento del MTA: il segmento STAR, sul quale sono quotate le azioni di società a capitalizzazione medio-piccola, che operano nei settori tradizionali dell’economia e che presentano specifici requisiti di trasparenza informativa, liquidità e corporate governance. Sin.: azioni di società a piccola capitalizzazione (q.v.).