SICOVAM

Abbr: di: Société interprofessionelle pour la compensation des valeurs mobilières SA. Società sorta in Francia nel 1949 al in di assicurare un servizio di custodia e gestione centralizzata dei certificati rappresentativi dei valori mobiliari oggetto di contrattazioni sul mercato. In base alle disposizioni allora introdotte, rimaste in vigore fino al 1983, i possessori di titoli portatore potevano facoltativamente effettuare un deposito a dossier presso intermediari autorizzati, in genere banche e agenti di cambio, i quali procedevano poi alla registrazione dei nominativi prima di inserire globalmente presso la Sicovam i valori mobiliari di cui risultavano depositari. Quest’ultima, infatti, operava in maniera quasi esclusiva nei confronti degli intermediari e non conosceva affatto l’effettiva identità dei depositari. Tale sistema si è dimostrato efficiente fino al 1981, anche per via dell’emanazione di provvedimenti che hanno indirettamente favorito il deposito centralizzato dei titoli, p.e. attraverso l’introduzione di agevolazioni fiscali di vario tipo per l’investimento in azioni subordinate al deposito presso un intermediario. Esso, tuttavia, coesisteva con la detenzione materiale per i certificati nominativi e al portatore non inseriti presso la Sicovam. Grazie ad una legge del 1983, e al successivo decreto applicativo, si è disposto l’obbligatorio assoggettamento ad un progressivo processo di dematerializzazione di tutti i titoli (azioni, obbligazioni, certificati di investimento, quote di SICAV ecc.) indipendentemente dall’emittente e dal regime di circolazione. Sicovam SA è stata acquisita dal Gruppo Euroclear (in particolare da Euroclear Bank SA/NV) con effetto dal 10.1.2001 ed è stata rinominata Euroclear France.