SECURITIES LENDING

Contratto con il quale un soggetto detto prestatore (lender) cede la proprietà di determinati titoli (per lo più titoli nominativi e al portatore), riferibili ad un determinato emittente, ad un altro soggettodetto prestatario (borrower), il quale è tenuto a restituire altrettanti titoli della stessa specie e quantità a una data contrattualmente stabilita, pagando un corrispettivo al lender. Tale corrispettivo remunera il prestatario per la mancata disponibilità dei titoli (e quindi per il mancato esercizio dei diritti connessi ai titoli medesimi) nel periodo di tempo contrattualmente stabilito. Il contratto risponde all’esigenza del finanziamento delle operazioni di borsa in quanto consente al prestatario di ottenere in prestito valori mobiliari al fine di procedere alla liquidazione dei contratti aventi ad oggetto i valori medesimi. Il rapporto che intercorre tra il prestatore ed il prestatario può essere mediato dall’esistenza di rapporti di mandato esistenti tra il prestatore o il prestatario e le banche. In forza del mandato del prestatore alla banca (lender’s agent) questa deve concludere, in nome e per conto del cliente mandante, il contratto con il prestatario o con una controparte bancaria che agisce in nome e per conto di questo (borrower’s agent). La banca mandataria del prestatore ha piena autonomia e discrezionalità nella gestione dell’incarico mentre la mandataria del prestatario agisce solo su specifici ordini che indicano specie e quantitativi dei titoli oggetto del prestito. Inoltre, la mandataria del prestatore può garantire nei confronti del suo cliente il buon fine delle operazioni concluse in nome e per conto dello stesso. A fronte dell’operazione di prestito titoli, il prestatario può essere richiesto di costituire una garanzia, in forma di pegno, versando al prestatore o al suo intermediario una somma di denaro o l’equivalente in valori mobiliari pari al controvalore dei titoli oggetto del contratto, aumentato della somma da corrispondere per la messa a disposizione dei titoli.