SCONFINAMENTO

Lo sconfinamento si verifica qualora il cliente, titolare di un’apertura di credito in conto corrente, utilizza in via temporanea un importo superiore a quello precedentemente stabilito come ammontare massimo di fido. Lo sconfinamento può essere preventivamente autorizzato dalla banca. Le banche tengono quotidianamente sotto controllo l’andamento degli sconfinamenti poiché essi implicano un aggravamento del rischio assunto. Frequenti sconfinamenti da parte di un correntista rendono necessario un supplemento di istruttoria di fido. Essi infatti, associandosi ad una scarsa movimentazione e/o a utilizzi pieni della linea di credito, possono essere indicativi tanto di situazioni di difficoltà economica del prenditore quanto di un suo accresciuto fabbisogno finanziario legato ad una crescita dei volumi di attività.