SCHEMA NAZIONALE DI PIAZZA

Denominazione dei documenti più o meno ufficiali predisposti dai Comitati o Gruppi di lavoro incaricati nei Paesi dell’UEM di definire le modalità del passaggio all’euro per il settore bancario e finanziario. La denominazione “schema di piazza” è contenuta nel sunto francese del Libro verde della Commissione, del 31 maggio 1995, sulle misure pratiche per l’introduzione della moneta unica, dove si raccomanda “la définition dans chaque pays, par chaque place bancaire et financière, du rythme et du contenu des différentes étapes d’adaptation techniques de ses membres, par exemple sous la forme d’un schéma de place. Un tel schéma arrêterait les conditions matérielles de basculement de certains dispositifs techniques (les marchés de capitaux et leurs infrastructures - cotation, règlement, livraison, conservation -, les systèmes de paiement de gros).” Dal fr. schéma de place bancaire et financier la denominazione è passata nei Paesi di lingua neolatina (sp. plan local de mercato), ma in ingl. la denominazione è Master Plan for Banking and Finance e in ted. Rahmenvereinbarung (accordo-cornice) über die Abwicklung des zwischenbetrieblichen Inlandszahlungs-verkehrs zur Einführung der Euro-Währungsm. Lo schema di piazza italiano è stato redatto dal Sottocomitato Finanza del Comitato euro col coordinamento di Tommaso Padoa-Schioppa e con la partecipazione di rappresentanti di Poste Italiane spa, Assonime, UIC, Banca d’Italia, Tesoro, Cassa DDPP, Monte Titoli spa., Consob, Borsa Italiana spa ABI, ISVAP, Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici. Una descrizione sistematica delle modalità del passaggio all’euro nel settore della finanza è stata pubblicata nel fascicolo Dalla lira all’euro, linee guida per l’introduzione dell’euro in Italia apparso nel giugno 1997. Il lavoro è stato successivamente ampliato ed è stato pubblicato nel fascicolo Schema nazionale di piazza. La Transizione all’euro nel Sistema Finanziario Italiano (3a ed. giugno 1998). Analoghi documenti sono stati pubblicati negli altri Paesi dell’UEM (Belgio: luglio 1996; Germania: agosto 1996; Lussemburgo: luglio 1997; Francia: agosto 1997; Spagna: dicembre 1997; Olanda: febbraio 1998; Grecia: aprile 1998).

  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Publication Ethics and Malpractice

Copyright © 2019 ASSONEBB. All Rights reserved.

Menu
×