RING

Accordo tra più speculatori che si accaparrano la maggiore quantità possibile di un bene per elevarne artificialmente il prezzo. Se la manovra di accaparramento è effettuata da un solo speculatore si parla di corner. La speculazione si riferisce ai contratti che hanno ad oggetto merci o titoli venduti a termine. Il termine ring viene usato in economia per indicare le coalizioni economiche tra più imprese che controllano con un monopolio temporaneo l’offerta di un bene sul mercato. Il controllo del mercato si effettua vendendo i quantitativi di merce incettata, scaglionati nel tempo, al fine di provocare un rialzo artificiale del prezzo. In questo modo le imprese che partecipano al ring impongono prezzi elevati, sia ai venditori a termine, che si riducono a essere sprovvisti della merce da consegnare, sia ai compratori. L’odierna estensione di mercati, il grande sviluppo dei mezzi di trasporto, la possibilità di reperire surrogati di beni, sono i motivi per i quali oggi sono piuttosto ridotte le possibilità di attuare corners e rings.