RIMESSA E TRATTA

Operazione di cambio indiretto (v. arbitraggio in cambi) con l’intervento di una piazza intermediaria operante, oltre alle due interessate al rapporto. In pratica, nel rapporto tra gli operatori in cambi, residenti in piazze diverse, si inserisce un corrispondente che agisce su una terza piazza, attraverso la combinazione di una rimessa e di una tratta. A seconda che al corrispondente venga effettuatadall’altro operatore una rimessa (invio di una somma) ovvero sia il corrispondente stesso a spiccare tratta, si hanno rispettivamente il sistema della rimessa e tratta e quello della tratta e rimessa. La scelta della via più favorevole da seguire avviene esaminando l’andamento dei cambi. La funzione di intermediario sulla terza piazza è assolta, generalmente, da una banca corrispondente, Al due sistemi indicati si ricorre oltre che per pagare o riscuotere, rispettivamente, un debito o un credito in valuta estera, anche per speculare sui cambi. In tal caso lo speculatore assume, al tempo stesso, la figura di debitore e di creditore e l’operazione, dallo stesso iniziata in valuta nazionale, si concluderà presso di lui nella stessa valuta.