RIFINANZIAMENTO DI CREDITO DOCUMENTARIO

Operazione creditizia da parte di una banca estera verso una banca italiana a fronte di un credito documentario concesso da quest’ultima a un proprio cliente, importatore. La banca italiana invia alla banca estera una tratta in bianco che la banca estera riempie e accetta quando ritira i documenti dall’esportatore. La banca estera corrispondente negozia il titolo e accredita, al netto del suo corrispettivo, alla banca italiana l’importo dell’effetto e quest’ultima si trova ad essere debitrice dell’importo della tratta versa la banca estera e creditrice dello stesso importo verso il suo cliente importatore. Alla scadenza della tratta, l’importatore sarà tenuto a pagare il suo debito alla banca italiana, coprendo così l’esposizione nei confronti della corrispondente estera. Durante la decorrenza del termine di presentazione della tratta il rischio del cambio è coperto con un contratto a termine. L’ammontare della tratta deve essere riferito, specificamente, all’importazione per la quale è stata spiccata.