RENDITA FONDIARIA

Concetto economico (da distinguere dalla rendita fondiaria oggetto del contratto di rendita). Nel linguaggio degli economisti classici, da Adam Smith (1723- 1790), David Ricardo (1772-1823), che meglio ha definito il concetto, a John Stuart Mill (1806-1873), rendita è tipicamente la rendita fondiaria, cioè la parte del prodotto della terra corrisposta al proprietario terriero quale compenso dell’uso dei poteri originari e indistruttibili del suolo. La rendita nasce dalla diversa fertilità della terra ed è, quindi, rendita differenziale. Via via che cresce la domanda di prodotti agricoli al crescere della popolazione, vengono messe a coltura terre meno fertili. Poiché il prezzo di collocamento sul mercato dei prodotti si commisura al costo di produzione della terra meno fertile tra tutte, i proprietari delle altre conseguono una rendita pari alla differenza tra il costi di produzione specifici delle terre possedute (inferiori alle terre marginali) e i prezzi spuntati sul mercato. La rendita è assorbita dal proprietario sotto forma di canoni pagati dai fittavoli (così avveniva normalmente nell’organizzazione del lavoro tipicadel Sette-Ottocento). Se il proprietario gestisce in proprio l’azienda agricola, la rendita è inclusa insieme al profitto nell’utile di esercizio. Oltre alle terre meno fertili, al crescere della domanda possono venir messe a coltura terre più lontane dai mercati di sbocco dei prodotti, di modo che anche i costi di trasporto concorrono al nascere della rendita (e la parte di rendita determinata da tale fattore costituisce una rendita di posizione; v. avanti). Altri fattori che concorre al nascere della rendita sono le condizioniclimatiche che consentono di produrre primizie pregiate (rendita di primizia) e i capitali e il lavoro impiegati. Riguardo a questi ultimi i classici conoscevano anche la rendita che deriva dalla produttività crescente o decrescente delle dosi di capitale e di lavoro. L’applicazione di miglioramenti tecnici (cioè di appropriate dosi di capitale e di lavoro) può modificare il livello della rendita. Da notare che è il prezzo, sui quali il produttore non può in- fluire, a essere la causa e non l’effetto della rendita.