RENDISTATO

Denominazione breve del Rendimento dei titoli pubblici calcolato giornalmente e riepilogato mensilmente dalla Banca d’Italia su un paniere aperto, composto da tutti i Buoni del Tesoro Poliennali (BTP) quotati sul MOT e aventi vita residua superiore ad un anno quotati al MOT. Il dato giornaliero del Rendistato è la media aritmetica ponderata dei rendimenti effettivi a scadenza di ogni prestito compreso nel relativo paniere; i pesi sono costituiti dal capitale in circolazione di ciascun prestito. Il dato medio mensile è la media aritmetica semplice dei dati medi giornalieri. I dati giornalieri sono diffusi una volta a settimana (di norma il lunedì) tramite circuito Reuters. I dati mensili sono diffusi con un comunicato stampa della Banca d’Italia, emesso, in genere, il 1° giorno lavorativo del mese successivoa quello a cui il dato si riferisce e sono pubblicati dalla Reuters, da Il Sole 24 Ore e sul Supplemento al Bollettino Statistico della Banca d’Italia (Mercato Finanziario). Rendistato è considerato un indice molto rappresentativo dei rendimenti finanziari, dotato anche di un crisma di ufficialità per la fonte che lo elabora e per i richiami che a esso fanno diversi provvedimenti amministrativi. È utilizzato come parametro nei prestiti indicizzati, in operazioni di interest rate swap e come parametro in alcune operazioni di credito agevolato (delibera CICR 3.3.1994 e d.m. Tesoro 21.12.1994), a fini fiscali (lo è stato nell’applicazione della DIT e come equalizzatore nella tassazione del capital gain) e nella determinazione del costo globale annuo massimo applicabile ai finanziamenti a favore degli enti locali, sia a tasso fisso sia a tasso variabile.