RELAZIONE SUL BILANCIO DI ESERCIZIO

Il bilancio di esercizio delle società di capitali doveva essere accompagnato da una relazione degli amministratori che illustrasse i dati del bilancio e del conto economico, e in particolare i criteri di valutazione e l’andamento della gestione nell’esercizio cui si riferiva. Il contenuto di tale relazione era specificato nell’art. 2429 bis c.c. A seguito del d.lg. 9.4.1991 n. 127, sono state modificate numerose norme del c.c. in materia di bilanci che hanno vigore dall’1.1.1993. La relazione tradizionale al bilancio di esercizio è ora distinta in una nota integrativa,il cui contenuto è specificato dal nuovo testo dell’art. 2437 c.c., e che ha la funzionedi spiegare e illustrare i dati e i criteri di valutazione del bilancio, oltre a ulteriori informazioni, e la relazione sulla gestione, che, ai sensi del nuovo art. 2428 c.c., serve più in generale a dare un quadro della situazione della società e dell’andamento della gestione. L’art. 2428 cit. comunque dispone che dalla relazione devono in ogni caso risultare: le attività di ricerca e di sviluppo; i rapporti con le imprese controllate, collegate, controllanti e imprese sottoposte al controllo di queste ultime; il numero e il valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti possedutedalla società, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona, con l’indicazionedella corrispondente parte del capitale, dei corrispettivi e dei motivi degli acquisti e delle alienazioni; i fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio, l’evoluzione prevedibile della gestione. Ulteriori indicazioni sono poi richieste dall’art. 79 Reg. Consob 11971/1999 in materia di emittenti. Per tutte le società con azioni quotate, ancora, gli amministratori riferiscono, secondo l’atto costitutivo e con periodicità almeno trimestrale, al collegio sindacale sull’attività svolta e sulle operazioni di maggiore rilievo economico, finanziario e patrimoniale effettuate dalla società o dalle società controllate (c.d. relazione trimestrale: art. 2428, comma 2, c.c.; art. 150, comma 1, TUF; art. 82 Reg. Consob 11971/1999 sugli emittenti).