REGOLAMENTO

Insieme di norme giuridiche, fonte di secondo grado rispetto alle leggi e agli atti equiparati, emanate dagli organi del potere esecutivo, o dagli enti autarchici, o dalle altre persone giuridiche di diritto pubblico. In ogni ordinamento giuridico, accanto alle leggi formali, emanate da un apposito organo legislativo, e ai provvedimenti aventi valori di legge formale (decreti legge e decreti legislativi), esistono norme che provengono dal potere esecutivo e che regolano gli aspetti tecnici e più particolari di materie già disciplinate con leggi (c.d. regolamenti di esecuzione) o non regolate da leggi (c.d. regolamenti indipendenti). I regolamenti si dividono in interni ed esterni. Questi ultimi, in quanto rivolti alla generalità dei cittadini, vincolano tutti coloro che si trovano nel territorio dello Stato (come p.e., i regolamenti di polizia). I regolamenti, se direttamente lesivi di interessi individuali, sono impugnabili in sede di giurisdizione amministrativa. Le circolari e le istruzioni vincolano solo gli appartenenti agli enti dai cui organi sono state emanate.