RECINTO

Più precisamente: recinto alle gridadal modo di procedere alle contrattazioni che in esso si svolgevano. Fino a quando si sono svolte le negoziazioni alle grida indicava lo spazio delimitato da una ringhiera nella sala riunioni della Borsa, strettamente riservato agli agenti di cambio e ai loro procuratori e rappresentanti, i quali svolgevano intorno a essa le loro contrattazioni alle “grida” per la negoziazione di titoli e di altri valori. Potevano essere ammesse altre persone come gli “osservatori di borsa”, solo se muniti di speciali tessere del comitato direttivo degli agenti di cambio. Il recinto era situato al centro di una più vasta area detta parquet. Il termine francese per defi- nire il recinto è corbeille. Lo spazio che resta al di fuori del recinto, detto coulisse, era riservato oltre che agli operatori, anche ai commissionari, i quali però, non essendo mediatori ufficiali, non potevano contrattare alle grida. È possibile che in passato esistessero (ed esistano nelle borse che praticano ancora le negoziazioni alle grida) in una stessa borsa più recinti a seconda delle diverse specie di titoli trattati e per le trattazioni delle divise. In questo era consentito agli agenti di cambio di operare contemporaneamente in più recinti avvalendosi dei rappresentanti.