RATING ETICO

La crescente sensibilità verso aziende eticamente corrette (v. finanza etica; microfinanza) nelle quali far convergere forme di investimento di massa ha fatto emergere l’esigenza di disporre di valutazioni accessibili dal pubblico sulla correttezza dei comportamenti aziendali. Benché tali valutazioni siano di difficile determinazione univoca, organismi specializzati esprimono giudizi e rating di eticità in relazione ad alcuni parametri generalmente condivisi. A livello internazionale, figurano società di consulenza o di certificazione etica; tra queste l’americana Kinder Lydenberg Domini (KLD) e l’inglese EIRIS. Alcune iniziative europee (tra cui l’italiana Avanzi) e nordamericane si sono associate in SiRi Group. Nel tempo, sono stati elaborati anche veri e propri indici di perfomance delle più grandi aziendeconsiderate etiche. Dal 1999, esiste il Dow Jones Sustainability Group Index (DJSGI) che rileva le performance di aziende definite sostenibili in relazione ai loro prodotti, agli impatti ambientali, alla gestione delle risorse umane. Nel 2000 è nato Ethical Index Euro. E. Capital Partners ha successivamente lanciato altri indici settoriali e per aree geografiche. Un indice preesistente molto noto è il Domini 400 Social Index (1990, elaborato da KLD).