RATEO ATTIVO

  • Stampa

Componente finanziaria attiva della liquidità, che viene contabilmente rilevata al termine dell’esercizio nell’ambito delle c.d. scritture di assestamento. Il rateo attivo, infatti,è la contropartita di una quota di ricavo di competenza del periodo amministrativo in corso, ma che sarà liquidata nel successivo esercizio. La sua contabilizzazione dà luogo all’addebito al conto finanziario “ratei attivi” e al corrispondente accredito in un altro specifico conto. Il conto “ratei attivi” figura, quindi, nella situazione patrimoniale dell’esercizio in cui le singole quote sono rilevate e in quella iniziale del successivo periodo amministrativo, per essere poi chiuso all’incasso del ricavo. Secondo recenti indirizzi di ragioneria, il rateo attivo può anche essere chiuso all’inizio del nuovo esercizio, avendo come contropartita la rettifica di una quota del ricavo che verrà contabilizzato al momento della liquidazione.