RAPPORTI TRA FILIALI

Riguardano la dipendenza gerarchica e i livelli di operatività, nel senso che alcune filiali di rango minore (p.e. le agenzie di città) sono sottoposte alla sorveglianza di filiali di rango maggiore (sedi o succursali). Questo rapporto di dipendenza si esplica soprattutto nell’ambito dei poteri decisionali in materia di concessioni di credito alla clientela, conferiti alle filiali a seconda delle loro dimensioni e, comunque, della loro importanza.Avviene pertanto che, oltre i limiti di propria competenza, le filiali di rango minore sottopongono le concessioni di credito in favore della clientela alle filiali dalle quali dipendono. Queste deliberano tali concessioni di credito se rientranti nei propri poteri autonomi, o le trasmettono a loro volta alle direzioni superiori di area o della direzione centrale. Riguardo all’operatività, non tutte le filiali sono organizzate per compiere operazioni di qualsiasi genere; alcune hanno un’operatività limitata alle operazioni di carattere ordinario e per le altre si limitano a raccogliere la documentazione da inoltrare alla filiale maggiore che provvede allamateriale esecuzione. Così avviene per certe operazioni con l’estero, per i mutui ipotecari ecc. Particolari poteri di sorveglianza, deci- sionali e di controllo sono sovente esercitati su raggruppamenti di filiali da speciali strutture di area. Quanto ai rapporti contabili che originano da rimesse e trasferimenti di fondi tra filiali, gli stessi sono regolati in un conto corrente interno che ciascuna filiale intrattiene con la direzionecentrale. Il conto interno esprime la posizione finanziaria della filiale: questa può essere tendenzialmente creditrice se la filiale ha un’eccedenza di fondi derivante da un maggior volume di depositi rispetto agli impieghi creditizi; debitrice nel caso inverso. Al conto corrente tra le filiali e la direzione centrale è applicato il tasso interno dei fondi, la cui misuraha una notevole influenza sulla contribuzione agli utili rilevata da apposite analisi di redditività.