RAM

Acr. di: Random Access Memory. È la arte di memoria di lavoro di un elaboratore elettronico che impiega circuiti integrati a semiconduttori (IC) montati sulla scheda madre per memorizzare in modo temporaneo le istruzioni del programma che si stanno eseguendo, i dati su cui si lavora e i risultati intermedi dell’elaborazione. A differenza della ROM, la RAM, quindi, viene scritta e modificata dai programmi applicativi in esecuzione o dall’utente via via che questi procede nel lavoro ed è cancellata quando il computer viene spento o quando viene chiuso il programma applicativo.