OVERALLOTMENT

Con questo termine si definisce nell’ambito di una IPO la facoltà del Global coordinator di vendere allo scoperto una quota maggiore di azioni agli investitori, generalmente pari al 15% dell’offerta totale. A copertura di tali azioni vi è la opzione di chiedere un prestito di azioni (stock lending) che viene concessa per esempio da alcuni soci dell’emittente. Nel caso in cui il Global coordinator eserciti l’opzione il prezzo di tali azioni sarà pari a quello di collocamento. Tale operazione, spesso accompagnata da una clausola Greenshoe, ha come obiettivo quello di garantire la stabilizzazione del prezzo del titolo appena quotato nel mercato azionario.

Bibliografia

G. Forestieri (a cura di), Corporate & investment banking, Egea, Milano, 2009

Redattore: Bianca Giannini

© 2010 ASSONEBB