OPIC

Acr. di: Overseas Private Investment Corporation. Agenzia federale statunitense per l’assistenza degli investimenti privati degli USA in economie emergenti di circa 140 Paesi in via di sviluppo nell’ambito della politica estera statunitense. È stata costituita agli inizi degli anni Settanta, ha sede a Washington (D.C.). Finanzia progetti privati rilasciando assicurazioni contro i rischi politici, concedendo finanziamenti a lungo termine, direttamente o indirettamente finanziando fondi di investimento privati. È, dunque, assicuratore e finanziatore insieme. Sebbene organizzazione pubblica, opera senza ricorrere a soldi dei contribuenti e produce profitti (185 milioni di $ USA nel 2000), costituendo riserve tecniche con i premi di assicurazioni e provvedendo ai finanziamenti con la vendita di propri prodotti finanziari. Ha un capitale sociale di 50 milioni di $ USA, mezzi propri per 3.321. milioni di $ USA e accantonamenti per 680 milioni di $ USA. In trent’anni di attività ha suppor6tyato investimenti per 138 miliardi di $ USA che hanno prodotto 63,6 miliardi di esportazioni. (re) OPPOSIZIONE. Atto giuridico diretto a impedire la produzione di effetti di un provvedimento dell’autorità o, più raramente, di un atto privato. Particolare rilievo assumono le opposizioni esperibili in sede giurisdizionale, le quali, di regola, sono da annoverare tra i mezzi di impugnazione. Tipica, in tal senso, è l’opposizione di terzo (art. 404 c.p.c.), proponibile contro una sentenza passata in giudicato o comunque esecutiva, resa senza il contraddittorio di un soggetto a cui rechi pregiudizio. Con le opposizioni in sede di esecuzione (artt. 615 e 617 c.p.c.) l’opponente tende a ottenere un accertamento negativo del potere dell’istante di agire o da contrastare gli atti del processo esecutivo dimostrandone i vizi che li invalidano (v. esecuzione forzata individuale). Caratteristica è altresì l’opposizione al decreto ingiuntivo, la quale consiste in una domanda diretta all’accertamento dell’inesistenza, totale o parziale, del diritto fatto valere con il ricorso. Nel diritto fallimentare acquistano notevole importanza l’opposizione allo stato passivo e alla sentenza dichiarativa di fallimento. L’istituto dell’opposizione ricorre altresì, con diverse funzioni, anche n altre branche dell’ordinamento, come, p.e., nel diritto processuale penale (v. decreto penale) e nel diritto amministrativo. In quell’ultimo caso, l’opposizione è un tipico mezzo di impugnazione dell’atto amministrativo davanti alla stessa autorità che lo ha emesso e fa parte dei c.d. ricorsi amministrativi, contrapposti a quelli giurisdizionali e comprendenti anche il icorso gerarchico e il ricorso straordinario al Capo dello Stato.