ONERI PLURIENNALI

Costi relativi a beni oservizi il cui utilizzo si protrae per più anni, con la conseguenza che ogni anno dovrà essere imputata a carico dell’esercizio una quota del costo di tali beni. Questo processo non si estende a tutta la gestione, ma riguarda solo il periodo di durata fisica o economica (v.obsolescenza) dell’investimento oggetto di ammortamento. Le percentuali applicate per il calcolo della c.d. “quota di ammortamento” variano secondo valutazioni economiche (v.ammortamento) e anche secondo le norme stabilite dalle leggi fiscali (v. ammortamento fiscale). I costi pluriennali possono riferirsi all’acquisto di immobilizzazioni materiali ed immateriali quali fabbricati, impianti, macchinari, arredi, automezzi, brevetti industriali, oneri relativi all’emissione di prestiti obbligazionari, spese d’impianto e di costituzione ecc. Nella contabilità del settore pubblico l’espressione “oneri pluriennali” viene usata con riferimento agli impegni assunti con leggi di spesa che riguardano un arco temporale superiore all’anno.